Menu
Menu

In breve: 

–  Suzuki premia i piloti e navigatori dei monomarca Suzuki della stagione 2023 in una location d’eccezione, la Fondazione Macaluso 

–  La Casa di Hamamatsu presenta la 17a Suzuki Rally Cup, un trofeo monomarca perfetto sia per i giovani rallisti emergenti sia i gentlemen driver che vogliono cimentarsi in corse di alto livello a costi contenuti.

–  Gli equipaggi potranno schierarsi al via con un vasto assortimento di vetture, dalla recente e vincente Swift Sport Hybrid R5 alle sempre affidabili e divertenti Swift e Baleno, con le loro diverse omologazioni.

–  Il calendario della stagione 2024 prevede sette prove, che si tengono in concomitanza con alcuni tra i più avvincenti e famosi rally italiani.

–  Il montepremi totale ammonta a 125.500 euro

La stagione del motorsport è pronta a prendere il via, ma prima celebra i campioni dell’edizione 2023 in una location che incarna lo spirito del motorsport: la Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica. Fondata a Torino in memoria di Gino Macaluso, designer, architetto e navigatore rally, la Fondazione nasce con l’obiettivo di valorizzare l’automobile come oggetto di culto, capace di coniugare innovazione tecnologica, cultura umanistica, tradizione artigianale e bellezza del design d’avanguardia, influenzando profondamente costumi e società del XX° secolo. La Fondazione Macaluso è stata la cornice perfetta per premiare i piloti e navigatori della stagione 2023, distribuendo oltre 124.500 Euro in premi in denaro e numerosi riconoscimenti.

In sintesi la stagione 2023
Matteo Giordano e Manuela Siragusa hanno conquistato il Campionato Italiano R1 per la seconda volta consecutiva, vincendo con una gara d’anticipo dopo una stagione di dominio.
Alessandro Forneris ha trionfato nella Coppa ACI Sport Under 25 R1, completando un en-plein di categoria. La Suzuki Swift ha dominato il Campionato Italiano R1 sin dalla sua creazione nel 2017, evidenziando la riuscita del progetto sportivo basato sulla vettura stradale.
Sebastian Dallapiccola, navigato da Fabio Andrian, ha vinto la classifica under25, mentre Roberto Pellè è arrivato secondo nella classifica generale. La serie ha dimostrato di essere una piattaforma formidabile per i giovani piloti, con un contenimento dei costi e una straordinaria affidabilità delle vetture.
Davide Bertini e Luca Vignolo hanno vinto l’ultima gara.

La Suzuki Rally Cup ha visto un totale di 19 iscritti nei 7 appuntamenti, con Marco Longo e Cristian Mantoet che hanno chiuso la top10 assoluta.
Tra le Racing Start, Lorenzo Olivieri e Lucrezia Viotti hanno trionfato grazie alla costanza di risultati, mentre i fratelli Milivinti hanno dimostrato eroismo sportivo a Monza.

Edizione 2024
Per il 2024 Suzuki presenta la 17a edizione della Rally Cup, un monomarca in cui trovano espressione l’amore per le corse e l’attenzione alla clientela sportiva che storicamente animano Suzuki.
La serie, promossa e organizzata in collaborazione con Emmetre Racing, utilizza una formula collaudata, apprezzata sia dal pubblico che dai concorrenti. La Suzuki Rally Cup è divertente ed emozionante e permette sia ai giovani rallisti emergenti sia ai gentleman driver di disputare gare di prestigio sostenendo costi ragionevoli e provando a conquistare un montepremi d’eccezione. La Suzuki Rally Cup 2024 ha in calendario sette gare tra marzo e ottobre, tutte in concomitanza con alcuni tra i più avvincenti e famosi rally italiani.

Una chance per tutti
Alla Rally Cup è possibile partecipare con diverse tipologie di auto Suzuki. Il livellamento dei valori in campo e il fatto che i concorrenti possano sfidarsi ad armi pari fa emergere un sano agonismo e la voglia di impegnarsi al massimo per primeggiare, nel tradizionale rispetto dei regolamenti e degli avversari.

Al via sono ammesse:
–  SUZUKI Swift Sport Hybrid allestite con le specifiche del Regolamento Tecnico Rally5 nazionale Ibride, con differenziale di tipo epicicloidale (Quaife), centralina elettronica (ECU) di serie e cambio a sei marce originale.
–  SUZUKI Swift BoosterJet 1.0 Fiche n° 0042 allestite con le specifiche della Classe R5/R1.
–  SUZUKI Swift Sport 1600 allestite con le specifiche del Regolamento Tecnico R5 nazionale (Ra5N).
–  SUZUKI BoosterJet 1.0 (Swift/Baleno) con le specifiche Racing Start.

A fare da denominatore comune a queste auto sono un peso ridotto, una grande affidabilità e reazioni precise alla messa a punto. Tali caratteristiche consentono di fare emergere le capacità di guida e la sensibilità dei piloti, permettendo ai più abili di spiccare sui rivali. A garanzia di una maggior uniformità delle prestazioni, tutte le auto della Suzuki Rally Cup adottano gli stessi pneumatici Toyo.

Sette gare di alto profilo
Sempre combattuta ed equilibrata, la Suzuki Rally Cup 2024 assicura, gara dopo gara, un susseguirsi di intense emozioni. Le sette prove in calendario nel 2024 si disputeranno in concomitanza con alcuni tra i più avvincenti e spettacolari rally del panorama italiano. I partecipanti al monomarca potranno confrontarsi su percorsi leggendari, preparati in maniera professionale da organizzazioni molto esperti e attenti al tema sicurezza.

Il calendario della Suzuki Rally Cup 2024 

DATA

DENOMINAZIONE

PROVINCIA

FONDO

15-16 marzo

47° Rally Ciocco

Lucca

asfalto

12-13 aprile

70° Rally del Piemonte

Cuneo

asfalto

24-25 maggio

56° Rally del Salento

Lecce

asfalto

28-29 giugno

42° Rally Due Valli 

Verona

asfalto

19-20 luglio

37° Rally Lana

Biella

asfalto

13-14 settembre

47° Rally 1000Miglia

Brescia

asfalto

18-19 ottobre

71° Rally Sanremo

Imperia

asfalto

 Un montepremi importante
La Suzuki Rally Cup 2024 distribuirà importanti premi in denaro e numerosi riconoscimenti a chi si distinguerà nelle numerose categorie previste dal regolamento. Ai fini delle classifiche finali verranno presi in considerazione i sei migliori risultati ottenuti da ogni concorrente, che avrà quindi a disposizione uno scarto. I punti così ottenuti si sommeranno a quelli assegnati dalle Power Stage di ogni gara. Anche per rendere l’esito incerto fino alla fine, i punteggi dell’ultima gara di Sanremo saranno moltiplicati per 1,5.
Il montepremi totale ammonta a ben 125.500 Euro e la tabella che segue mostra i principali premi in Euro previsti per la classifica piloti. 

Posizione

Assoluta

RS (Racing Start)

1

Euro 18.000

Euro 6.000

2

Euro 14.000

Euro 5.000

3

Euro 11.000

Euro 4.000

4

Euro 8.000

Euro 3.000

5

Euro 6.000

Euro 2.000

6

Euro 5.000

Euro 1.000

7

Euro 4.000

 

8

Euro 3.000

 

9

Euro 2.000

 

10

Euro 1.000

 

La Suzuki Rally Cup 2024 assegnerà inoltre premi da 6.000, 3.000 e 1.000 Euro ai primi tre classificati tra i piloti Under 25, cui si sommano ulteriori 2.000 e 1.000 Euro alle prime due della graduatoria femminile. Altri 1.000 Euro saranno attribuiti al primo tra i navigatori e al concessionario cui si appoggerà il vincitore della graduatoria assoluta per l’acquisto dei ricambi, su cui tra l’altro la Casa riconosce uno sconto fio al 20% a tutti i partecipanti. Al miglior pilota Over 50 è invece destinato un cronografo.
A questi importi si aggiungono infine i premi gara di ogni singola prova, che sono pari a 1.500 Euro per il vincitore della graduatoria assoluta e a 1.000 Euro per il trionfatore della categoria Racing Start.

Fondazione Macaluso
La Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica nasce con lo scopo di valorizzare l’automobile come oggetto di culto, capace di coniugare innovazione tecnologica e cultura umanistica, tradizione artigianale e bellezza del design d’avanguardia, influenzando in maniera profonda i costumi e la società del XX Secolo. La Fondazione è strettamente legata a Torino, città natale di Gino Macaluso, che è stato sportivo e campione Europeo di Rally nel 1972, poi architetto e designer, imprenditore e Cavaliere del Lavoro.
Avvalendosi della prestigiosa collezione di Gino Macaluso, unica nel suo genere per il palmares delle vetture, il prestigio e l’originalità dei suoi modelli, la Fondazione promuove sul territorio torinese e a livello internazionale un programma culturale legato all’auto storica. Iniziative quali mostre, eventi e lezioni, in collaborazione con musei, politecnici, scuole superiori e accademie, con l’obiettivo di rinnovare nelle nuove generazioni la passione per lo sport motoristico e il car design.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909
Suzuki Motor Corporation è un costruttore di automobili, motocicli e motori fuoribordo.
Suzuki nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 il laboratorio Suzuki Loom Works diventa Suzuki Loom Manufacturing Co, e nel 1952 viene introdotta la prima bicicletta motorizzata, la Power Free. Nel 1954 Suzuki diventa Suzuki Motor Corporation Ltd e nel 1955 nasce Suzulight, la prima automobile, seguita nel 1965 dal primo motore fuoribordo, il D55. Nel 1970 debutta Jimny LJ10, il primo 4×4 e nello stesso anno appare il mini MPV Carry L40V, 100% elettrico.
Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita puntando su tecnologia, affidabilità, design e innovazione. 

SUZUKI ITALIA SpA
Ufficio Stampa e PR Corporate
Tel 011 9213711


press@suzuki.it

Compare Listings

Compare (0)