Site Overlay

Giordano-Siragusa: secondo posto al “Rally Due Valli”, foratura alla posteriore sinistra proprio sul finale.

n breve:

– Alla 40esima edizione della gara veronese si conferma un podio tutto di Suzuki Swift Sport Hybrid con il successo di Iani-Puliani davanti a Giordano-Siragusa e Pellè-Luraschi.

– Seconda vittoria stagionale tra le R1 Racing Start per il duo Milivinti, ma la categoria si deciderà tutta sulla terra del Rally delle Marche, in programma a Novembre, per l’ultimo round del prestigioso trofeo del marchio giapponese.

Al 40° Rally Due Valli oltre ai maggiori tricolori rally è stata combattuta e avvincente la corsa riservata ai partecipanti del Suzuki Rally Cup. Giunti a Verona per il loro settimo e penultimo atto stagionale, l’ultimo su asfalto, tra i sedici equipaggi partiti da Piazza Brà a Verona venerdì pomeriggio è spiccato il duello tra le Suzuki Swift Sport Hybrid affidate a Igor Iani e Matteo Giordano.

A spuntarla è stato il giovane ossolano Igor Iani insieme a Nicola Puliani. Una bella corsa e cinque scratch per i detentori della classifica Under25 lui tra i quali il primo passaggio sulla prova di “Moruri”, in diretta su ACI Sport e valida come power stage del trofeo. Iani e Puliani con questo risultato portano a casa, alla Targa Florio Rally la seconda vittoria stagionale nel trofeo confermandoli tra i più promettenti talenti del Suzuki Rally Cup.

Stavolta dunque è rimasto a guardare dal secondo gradino del podio Matteo Giordano. Il campione italiano r1 e vincitore del monomarca edizione 2022 del trofeo Suzuki alla sua prima volta sulle prove veronesi, insieme a Manuela Siragusa – soddisfatta anche lei per aver vinto matematicamente la classifica “Navigatori” – si è aggiudicato i migliori tempi a bordo della Swift della Scuderia Alma Racing, sin dallo start di gara, e giocandosela con Iani, fino ad una foratura alla posteriore sinistra proprio sul finale che lo ha fatto rallentare e concludere a 28’’1 dai primi, ma dimostrando una grande tenacia e competitività.

Chi resta deluso da questa trasferta è invece Giorgio Fichera. Tra i più attesi e papabili dei pretendenti targati “Suzuki” al termine della prima giornata è rimasto coinvolto in un’uscita di strada che ne compromette il proseguimento in gara. Sogni di gloria svaniti dunque per il catanese navigato da Ronny Celli sulla Swift Sport Hybrid della Meteco Corse in lotta per il secondo piazzamento del trofeo e che si vede soffiare da Iani, quarto appena alle spalle di Roberto Pellé. Soddisfazione e il terzo posto a Verona proprio per l’esperto trentino. Il portacolori della Destra 4 Srl Sempre insieme a Giulia Luraschi ha portato la sua Swift ibrida al traguardo più staccato rispetto i primi due equipaggi a +1’53.8, guadagnando i punti preziosi che lo conducono al terzo posto.

Quarto assoluto al Rally Due Valli e soprattutto il bis di affermazioni nella classifica Racing Start vanno a Massimiliano e Marco Milivinti, vincitori anche al Rally 1000 Miglia. Una bella battaglia tra il duo Milivinti e Cristian Mantoet con Roberto Simioni alle note che ha segnato tempi davvero notevoli tra i quali un terzo tempo sulla PS4. Non è stato a guardare anche Danilo Costantino con Alessandro Parodi, sempre molto vicino ad entrambi gli avversari e che con il terzo tra le vetture Booesterjet, sesto nella generale, intasca i punti utili che lo mettono in scia ad un solo punto da Stefano Martinelli. Il toscano insieme a Fabio Menchini nonostante una gara non al top delle sue capacità e fuori dalla classifica dei primi dieci, resta in testa alla categoria, ma dovrà giocarsela tutta nell’ultimo round al Rally delle Marche. Un ultimo round tutto su terra, in programma per l’11-13 novembre, che si prospetta dunque davvero imperdibile per la categoria Racing Start, ora tutti gli sfidanti ravvicinati in pochi punti.

Guardando alle altre prestazioni tra le Suzuki Swift, ha concluso in settima posizione Matteo Sterpone insieme a Giancarla Guzzi subito davanti all’Under pisano Gianandrea Gherardi in coppia con Franco Nannetti che guadagna comunque punti validi che lo collocano quinto assoluto del trofeo. Completano la top ten le Swift Sport 1600 di del siciliano Sergio Denaro navigato da Sonia Dal Dosso e di Marco Longo con Roberto Rivia. Peccato invece per gli altri “out” in gara. Quelli del giovane Alessandro Forneris con Luigi Cavagnetto, altro alfiere della Meteco Corse sempre su Hybrid. Lorenzo Olivieri con Nicolò Barla e per Luca Villardi affiancato Francesco Berdin. Avvio sfortunato anche per il 19enne Stefano Vitali navigato dal papà Maurizio, sulla Swift 1.0 Boosterjet, ritirarti al via della gara per un’uscita di strada e poi rientrati il giorno dopo per portare fino in fondo l’esperienza sugli asfalti veronesi.

Questi i modelli nel dettaglio

– Suzuki Swift Sport Hybrid allestite con le specifiche del Regolamento Tecnico Rally5 nazionale Ibride, con differenziale di tipo epicicloidale (Quaife), centralina elettronica (ECU) di serie e cambio a sei marce originale.
– Suzuki Swift BoosterJet 1.0 Fiche n° 0042 allestite con le specifiche del Gruppo R1.
– Suzuki Swift Sport 1600 allestite con le specifiche del Gruppo R5 nazionale.
– Suzuki BoosterJet 1.0 (Swift/Baleno) con le specifiche Racing Start.

Tutti modelli sono leggeri e robusti, molto sensibili alla messa a punto e hanno caratteristiche che esaltano le doti di guida e la sensibilità dei piloti e premiano di volta in volta gli equipaggi più abili. Per uniformare ancor di più il livello delle prestazioni, tutte le auto della Suzuki Rally Cup dovranno montare nelle gare su asfalto i medesimi pneumatici Toyo.

Classifica finale Suzuki Rally Cup:
1. Iani – Puliani (Suzuki Swift Sport Hybrid RC5N/RA5H) in 1:34’08.1; 2. Giordano – Siragusa (Suzuki Swift Sport Hybrid)+28.1; 3. Pellè – Luraschi (Suzuki Swift Sport Hybrid RC5N/RA5H) +1’53.8; 4. Milivinti – Milivinti (Suzuki Swift 1.0 BoosterjetRC5N/RSTB10) +3’29.8; 5. Mantoet – Simioni (Suzuki Swift 1.0 Boosterjet) +3’48.2; 6. Costantino – Parodi (Suzuki Swift 1.0 BoosterjetRC5N/RSTB10) + 4’11.7; 7.Gherardi – Pellegrino (Suzuki Swift Sport Hybrid RC5N/RA5H) +6’21.2

Classifica Suzuki Rally Cup 2022 dopo round 7:
Giordano 163pt; Iani 113pt; Pellè 102pt; Fichera 100pt Gherardi 65pt; Costantino 64pt; Martinelli 63pt; Mantoet 60pt; Milivinti 56pt; Sterpone 48pt; Olivieri 31pt; Longo 29pt; Forneris 21pt; Denaro 14pt; Ventoso 8pt.

Classifica Racing Start Boosterjet 1.0 dopo round 7:
Martinelli 82pt; Costantino 81pt; Mantoet 79pt; Milivinti 69pt; Olivieri 33pt; Ventoso 8pt.

Albo d’oro Suzuki Rally Cup
2008 Roberto Sordi; 2009 Andrea Crugnola; 2010 Milko Pini; 2011 Claudio Gubertini; 2012 Damiano Defilippi; 2013 Paolo Amorisco; 2014 Alessandro Uliana; 2015 Marco Capello; 2016 Corrado Peloso; 2017 Simone Rivia, Under 25 Giorgio Cogni; 2018 Corrado Peloso; 2019 Simone Goldoni; 2020 Andrea Scalzotto; 2021 Simone Goldoni.

Calendario 2022 Suzuki Rally Cup
4-5 marzo 45° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio | 7-10 aprile 69° Rallye Sanremo | 5-7 maggio 106a Targa Florio | 11-13 giugno 16° Rally di Alba| 29-31 luglio Rally Lana | 26-27 agosto 45° Rally 1000 Miglia | 6-8 ottobre 40° Rally 2 Valli | 11-13 novembre 15°Rally delle Marche.

SUZUKI ITALIA SpA